Sotto i mille 2024

Incredibile ma vero, eccoci ancora qua a raccontare, anche nel 2024, quello che capita nei microcomuni italiani, per intenderci quelli sotto i mille abitanti dove, come detto fino allo sfinimento, non occorrono firme di sottoscrizione per presentare una lista alle elezioni.

In verità giace da tempo una proposta di legge atta ad introdurre un minimo di firme anche in questi enti, ma sembra essersi persa nei corridoi della Camera dei Deputati. L’iniziativa mirava ad eliminare il poco simpatico fenomeno delle “liste licenze” ovvero liste elettorali presentate con l’unico scopo di garantire ai candidati un mese di licenza retribuita, opportunità garantita agli appartenenti ad alcune categorie di dipendenti pubblici.

Così non é stato e, quindi, anche nel 2024 troviamo decine di liste che, a nostro sindacabile giudizio, sono state presentate solo per questo scopo, i simboli sono molto semplici, spesso una scritta di fantasia (Lista Alfa, Lista Beta, Nuova Era.. etc.) su sfondo bianco…. Nel 2024, poi, abbiamo il fondato sospetto che queste persone cerchino di mimetizzarsi candidandosi con un piccolo movimento, stranamente presente in modo massiccio in quasi tutta Italia, leggendo gli articoli sarà facile individuarlo.

Per fortuna ci sono anche altre cose da raccontare, liste di piccoli movimenti politici, vecchi e nuovi, in cerca di visibilità e di qualche eletto, liste presentare per impedire ad estranei di ottenere seggi in consiglio e, sappiamo per certo, che in alcuni comuni dove corre un solo candidato c’era nel cassetto una lista pronta se arrivava una candidatura extra-muros, infine racconteremo anche di qualche curiosità.

Come sempre il quadro non é omogeno per tutto il territorio nazionale, alcune regioni niente o poco interessate, anche per il ristretto numero di comuni sotto i mille abitanti presenti sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *